Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » We App Heroes, gli eroi della porta accanto iniziano da Bassano

We App Heroes, gli eroi della porta accanto iniziano da Bassano

WeAppHeroes, l’applicazione che permette di aiutare gli altri attraverso la geolocalizzazione e la gamification, è pronta al lancio ufficiale. Per il debutto i suoi creatori hanno scelto Bassano del Grappa, città in cui risiedono quattro dei sei membri del team di WeAppHeroes: domenica 20 maggio il centro storico sarà invaso da “normali supereroi”, ovvero le persone comuni, pronti ad usare l’app e aiutare chi ne farà richiesta. Inoltre, la campagna social creata per il lancio dell’applicazione vede alcuni volti noti nel bassanese trasformarsi in Superman e Wonder Woman. Da Sammy Basso a Matteo Zanus, titolare di TeoChef, passando per Cristina Crespina, proprietaria della boutique  Zoe: sono tutti ambassador che hanno sposato l’iniziativa e che si sono messi in gioco diventando degli eroi e dando il buon esempio.

WeAppHeroes è stata sviluppata con il sostegno dell’ UNDP (United Nation Development Programme): nell’app infatti gli aiuti sono divisi in categorie, ognuna delle quali corrispondente ad uno o a più obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazione Unite.  L’UN è partner del progetto proprio perché questo permette alla società civile di avvicinarsi e di abbracciare gli obiettivi SDGs, che altrimenti apparirebbero astratti e distanti dalla vita di tutti i giorni.

Il team di WeAppHeroes è composto da quattro bassanesi- Valentina Hernandez, Emanuele Pasin, Stefano Contiero e Federico Stefani, e da due persone residenti in Spagna, Oscar Maiz e Karen Lopez.

“Siamo felici che il Comune di Bassano abbia visto in questo team internazionale un’occasione per far incontrare le persone e che quindi abbia appoggiato la nostra iniziativa- spiega Valentina Hernandez, founder di WeAppHeroes-. Quello che succederà per le strade del centro il 20 maggio è ancora in parte segreto, ma le persone che parteciperanno al nostro evento avranno la possibilità di mettersi in gioco e di diventare l’eroe della città, anche solo per un giorno. Bassano non è stata scelta a caso: qui è dove vive la maggior parte di noi, qui è dove vogliamo creare impatto e dove vogliamo mettere in pratica la filosofia dell’eroe della porta accanto, che abbraccia tutto il nostro lavoro. Partiamo dalla nostra città, da chi ci sta vicino, per iniziare a cambiare le cose”.  

“Il mondo del volontariato è molto variegato ma al contempo unito dalla volontà di mettersi a disposizione per aiutare qualcuno- ha aggiunto Erica Bertoncello, Assessore con delega alla Persona, Famiglie, Casa, Pari opportunità-. Molte persone fanno volontariato anche senza essere iscritte ad un’associazione, lo fanno in silenzio e con costanza. Quando mi è stata presentata WeAppHeroes mi è sembrata la risposta a tante domande che i cittadini pongono sia di richiesta di aiuto sia di richiesta di poter dare aiuto. Abbiamo deciso di organizzare il lancio di questa  app nel giorno dedicato a Tracce, giornata  annuale che Bassano dedica al mondo della solidarietà e del volontariato. Giorno in cui l’Amministrazione ringrazia tutti i cittadini che dedicano il proprio tempo e le proprie energie anche ad altri. Credo che questa  app abbia in sé molte potenzialità e potrà consentire ai cittadini di sentirsi un po’ più vicini tra loro, recuperando quella dimensione dell’aiuto informale e reciproco che appartengono alla nostra cultura”.

WeAppHeroes è già disponibile sia per sistemi operativi Android che per iOS.
Da pochi giorni, inoltre, è stato pubblicato il video di presentazione dell’applicazione, girato sia in centro città che in alcune zone del bassanese. Non ci sono attori professionisti, ma solo amici e conoscenti dei membri del team, nel pieno rispetto del pensiero che sottende a WeAppHeroes: basta poco per essere supereroi e non servono superpoteri, ma solo la voglia di mettere a disposizione un po’ del proprio tempo per chi ci sta accanto.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 08 maggio 2018