Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Teodoro Wolf Ferrari al Museo civico di Bassano

Teodoro Wolf Ferrari al Museo civico di Bassano

Per il Ciclo di appuntamenti dentro e fuori mostra , previsto in occasione dell’esposizione Teodoro Wolf Ferrari. La modernità del paesaggio , in corso al Palazzo Sarcinelli di Conegliano, giovedì 8 marzo alle ore 17.30 il Museo civico di Bassano ospita un incontro con i curatori Giandomenico Romanelli e Franca Lugato e Chiara Casarin, direttrice dei Musei civici di Bassano.

La conversazione è gratuita e a tutti i partecipanti verrà offerto un coupon per visitare la mostra con un biglietto ridotto di € 8,50 anziché 11.

Un’occasione preziosa per conoscere la modernità di un autore fondamentale nel panorama artistico italiano, mirabile interprete delle tendenze europee e instancabile sperimentatore.

«Senz’alcun dubbio (...) artista della Modernità europea» secondo il giudizio critico di Lionello Puppi, Wolf Ferrari, veneziano, classe 1878, ha saputo assimilare e interpretare gli stimoli migliori della cultura secessionista di inizio ‘900 trasferendoli a Venezia, animata in quegli anni dalle esperienze fondamentali della Biennale e di Ca’ Pesaro, cui prese attivamente parte. La rassegna riunisce assieme per la prima volta, in un percorso inedito, oltre 70 opere, tra le quali dipinti, acquarelli, pannelli decorativi, vetrate, studi per cartoline. Lungo 7 sezioni che abbracciano vari momenti ed esperienze, viene ripercorsa l’intera produzione di Wolf Ferrari, attraverso un importante confronto non solo con alcuni dei giovani capesarini, ma anche con autori quali Otto Vermehren e Mario de Maria. A testimonianza del notevole contributo critico vengono identificate le linee guida del linguaggio e della “poetica” dell’autore, rintracciabili in almeno tre direttive principali: la fantasiosa e inquietante simbologia böckliniana; il sintetismo di Pont-Aven attraverso il dialogo con l’ambiente di Ca’ Pesaro; la componente secessionista e più marcatamente klimtiana.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 08 marzo 2018